Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il franco svizzero torna a rafforzarsi, sulla scia delle incertezze generate dalle elezioni parlamentari italiane. Stando ai dati della piattaforma Swissquote nella notte la valuta elvetica è stata scambiata a 1,2118 euro, il livello più basso dallo scorso 10 gennaio.

Nelle prime settimane dell'anno il franco era arrivato a superare 1,25, una quota mai più raggiunta dal maggio 2011 e tanto meno mai sfiorata da quando la Banca nazionale svizzera (BNS), il 6 settembre 2011, ha introdotto unilateralmente una soglia minima di 1,20 franchi per proteggere la valuta elvetica da un rafforzamento considerato eccessivo per l'economia.

In queste ore diversi investitori stanno abbandonando l'euro in cerca di un porto sicuro, puntando in particolare sullo yen e sul franco. La stessa sterlina, pur ormai da mesi alla prese con una debolezza cronica, è riuscita a risalire rispetto alla moneta dell'Eurozona. E il dollaro si è rafforzato di tre centesimi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS