Non si può rimanere impassibili di fronte all'apprezzamento della moneta nazionale, e delle conseguenze potenzialmente nefaste per l'economia. È quanto crede la commissione dell'economia e dei tributi del Nazionale (CET-N) che - per 13 voti a 6 - chiede al ministro dell'economia Johann Schneider-Ammann mediante una mozione di presentare un pacchetto di misure volte a mitigare l'impatto del franco forte sulle aziende elvetiche.

In particolare, la CET-N domanda provvedimenti che permettano alle società di assicurarsi a costi accettabili contro i rischi all'esportazione, precisa una nota odierna dei Servizi del parlamento.

Andrebbero prese in considerazione soprattutto le esigenze delle piccole e medie imprese. Durante la crisi del 2008, il Consiglio federale aveva puntato sulla garanzia contro i rischi all'esportazione per rilanciare l'economia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.