Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'improvviso cambiamento di rotta della Banca nazionale svizzera (BNS) ha colpito nel vivo i broker. La britannica Alpari UK si è dichiarata oggi insolvente. Il fornitore svizzero di servizi finanziari online Swissquote ha accantonato 25 milioni di franchi.

La decisione di ieri della BNS di abbandonare il cambio minimo con l'euro ha provocato un vero terremoto: evocando "una volatilità eccezionale e un prosciugamento delle liquidità", Alpari UK si è dichiarata in bancarotta. La maggior parte dei suoi clienti hanno "subito perdite che hanno superato i loro capitali propri", ha comunicato oggi il broker nella City di Londra. Quando un cliente non può coprire le sue perdite, queste ricadono sulla società. Ciò ha forzato Alpari UK a dichiarare la bancarotta, ha precisato.

Il broker americano FXCM, specializzato nelle operazioni di cambio ha annunciato che le perdite dei clienti ammontavano a 225 milioni di dollari e di rischiare di non essere più in grado di rispettare alcuni parametri normativi.

In Svizzera il fornitore vodese di servizi online Swissquote ha costituito un accantonamento di 25 milioni di franchi per far fronte alle perdite dei suoi clienti impegnati sul mercato dei cambi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS