Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La percentuale di siriani approdati sulle coste della Grecia è "considerevolmente diminuita" negli ultimi mesi. Per tutto il 2015 i migranti che hanno dichiarato di essere siriani si sono attestati al 59% del totale delle persone sbarcate.

A dicembre sono stati il 39%; a novembre il 43%, a ottobre il 51%. Sono i dati di Frontex, l'Agenzia europea per la gestione della cooperazione internazionale alle frontiere esterne degli Stati membri dell'Unione europea .

"Con un'accresciuta presenza di Frontex e di personale greco, ci sono stati dei miglioramenti negli screening dei migranti: questo significa che il numero delle persone che potevano dichiarare una falsa nazionalità è calato", spiega il direttore esecutivo di Frontex Fabrice Leggeri.

Mentre la percentuale di siriani nell'ultimo trimestre è calata, quella degli iracheni è aumentata, fino a toccare il 25% di dicembre, più del doppio rispetto all'11% di ottobre e al 12% di novembre. Gli afghani sono tra un quarto e un terzo del numero totale dei migranti individuati alle frontiere esterne.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS