Navigation

Fumo: anche le e-cigaret possono fare male, studio

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2012 - 20:55
(Keystone-ATS)

Sbaglia chi, per smettere di fumare, si affida alle sigarette elettroniche pensando che siano più salutari di quelle con tabacco. Potrebbero danneggiare ugualmente bronchi e polmoni. Lo dimostra una ricerca dell'Università di Atene, presentata oggi al congresso della Società europea di medicina respiratoria (Ers) a Vienna.

Le cosiddette e-cigaret sono dispositivi che liberano nicotina attraverso il vapore, e non attraverso la combustione del tabacco, per cui si pensava che fossero più sane perché le sostanze cancerogene si liberano con la combustione.

Ora i ricercatori greci smentiscono questa convinzione. Lo studio che hanno presentato a Vienna ha incluso 8 persone che non avevano mai fumato e 24 fumatori, di cui 11 con una funzione polmonare normale e 13 con bronchite cronica ostruttiva (Bpco) o asma.

Ogni persona ha "fumato" una sigaretta elettronica per 10 minuti e i ricercatori hanno misurato con vari test (compresa la spirometria) la resistenza offerta dai loro polmoni all'aria inspirata. E hanno scoperto che in tutti i soggetti si era verificato un aumento della resistenza dei bronchi al passaggio dell'aria, come se il loro diametro si fosse ridotto.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?