Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La nuova tessera SwissPass introdotta dalle Ferrovie federali non piace a Funivie svizzere: l'associazione che riunisce circa 375 imprese di impianti di risalita giudica inammissibile il prezzo da pagare alle FFS per accedervi.

Dal primo agosto, gli utenti dei trasporti pubblici svizzeri che hanno rinnovato il loro abbonamento generale o metà-prezzo o di comunità tariffaria hanno dovuto optare per lo SwissPass. Questa tessera rossa plastificata è munita di due chip elettronici RFID, una tecnologia già usata per gli skipass, spiegano le FFS. Il personale di controllo verifica l'abbonamento di ogni utente mediante un lettore elettronico.

Lo SwissPass mira a offrire il massimo di servizi su una sola tessera, tra cui la possibilità di caricare una somma forfetaria per qualsiasi stazione svizzera di impianti di risalita. Esso ha già convinto una ventina di stazioni sciistiche svizzerotedesche tra cui Arosa (GR), Gstaad (BE) e Saas-Fee (VS) ma non convince per nulla l'associazione Funivie svizzere, riporta oggi la radio-tv romanda RTS sul suo sito web, aggiungendo che c'è esitazione soprattutto in Romandia. Perché per partecipare a SwissPass i gestori di impianti di risalita devono sborsare 4000 franchi e pagare una commissione del 6% per forfait venduto grazie al nuovo supporto, ha confermato all'ats Eric Balet, vicepresidente dell'associazione.

Questa non chiude tuttavia le porte alla nuova tessera. "Siamo d'accordo di pagare qualcosa alle FFS, se otteniamo un valore aggiunto quale contropartita", afferma Balet, deplorando che lo SwissPass si sia rivelato finora un'operazione proficua soltanto per le Ferrovie federali.

Secondo Balet, che è anche direttore di Téléverbier, la nuova tessera non farà in ogni caso aumentare in modo drastico la frequentazione delle stazioni sciistiche. "A Verbier - rileva - l'offerta RailAway ci porta ogni anno soltanto 500 sciatori in più", sul milione che arriva nella località vallesana.

Le FFS hanno confermato all'ats che alcune imprese di impianti di risalita giudicano le condizioni di partecipazione troppo esigenti nei loro confronti. Un gruppo di lavoro è stato istituito dalle Ferrovie federali per cercare di trovare soluzioni con l'insieme dei partner. Tre rappresentanti di Funivie svizzere partecipano alle discussioni.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS