Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un incendio è scoppiato in un ostello per migranti in Germania e passanti radunatisi nelle vicinanze hanno gioito e fatto commenti insultanti. Alcuni hanno anche cercato di impedire l'arrivo dei vigili del fuoco.

Le fiamme sono scoppiate questa mattina presto nella cittadina di Bautsen, in Sassonia, ed hanno distrutto il tetto di un ex albergo diventato una struttura di accoglienza per i migranti. Lo ha reso noto la polizia secondo quanto riferisce la Bbc online, precisando che nessuno è rimasto ferito.

Il premier della Sassonia Stanislaw Tillich ha definito chi ha cercato di impedire i soccorsi "criminali".

Le cause dell'incendio non sono ancora state chiarite ma gli inquirenti sono quelli che di solito si occupano delle frange estremiste.

L'ostello era ancora in via di allestimento, e quindi era vuoto. Lo ha sottolineato all'ANSA un portavoce della polizia di Goerlitz, chiarendo l'accaduto. Secondo il piano dell'amministrazione locale, la struttura, un ex hotel, sarebbe dovuta entrare in funzione verso metà marzo.

"Attorno al rogo si è riunito un gruppo di persone, soprattutto giovani uomini, alcolizzati, che hanno osservato divertiti l'accaduto. C'è adesso un'inchiesta della polizia su chi ha tentato addirittura di bloccare l'intervento di spegnimento dei vigili del fuoco", ha precisato il portavoce.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS