Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una banda italo-moldava dedita ai furti nelle aziende del Nord Italia è stata smantellata dai carabinieri del Comando provinciale di Verbania, che ha arrestato quattro persone, ne ha denunciate a piede libero altre 12 e ha eseguito 8 misure di custodia cautelare.

Sequestrata refurtiva per un valore di circa 2 milioni e mezzo di euro, tra cui 79 fucili che stavano per essere spediti in Svezia, un quod e numerosi altri articoli.

Le indagini, coordinate dalla procura della Repubblica di Milano, sono scattate nell'aprile 2015 in seguito a tre furti messi a segno nell'area industriale del comune di Villadossola, in provincia di Verbania. La banda è ritenuta responsabile di diversi colpi, anche ai danni di alcune ditte svizzere.

Scoperto a Corsico, nel Milanese, il magazzino utilizzato dalla banda per nascondere la refurtiva. Sono in corso le ricerche di tre cittadini dell'Europa dell'Est, irreperibili, mentre uno dei malviventi colpito da ordinanza di custodia cautelare risulta detenuto in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS