Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GAM Holding ha annunciato un afflusso netto di fondi di 0,9 miliardi di franchi nel primo semestre dell'anno, contro 0,6 miliardi nei primi sei mesi del 2011. A fine giugno i patrimoni amministrati si sono attestati a 111,1 miliardi di franchi, in aumento del 4% da dicembre, ha fatto sapere oggi la società nata dallo scorporo della gestione istituzionale della banca Julius Bär.

A inizio anno la società zurighese ha ricevuto il mandato di gestione per una serie di fondi da parte della Royal Bank of Canada (Svizzera). Hanno avuto un influsso positivo anche l'andamento favorevole dei mercati e la rivalutazione di dollaro e sterlina.

L'utile netto senza gli elementi straordinari ha registrato una contrazione del 30% nel primo semestre, scendendo a 70,2 milioni di franchi. Compresi tali fattori, il risultato è di 35,9 milioni, contro 2,4 nel primo semestre 2011. Sui conti dell'anno passato aveva inciso una rettifica di valore di 92,2 milioni di franchi sulla partecipazione nell'americana Artio Global Investor (2012: 22,5 milioni).

I vertici non sono soddisfatti. "Faremo di tutto per migliorare il nostro risultato", rileva il presidente della direzione Johannes de Gier, citato in una nota.

Per quanto riguarda il resto dell'esercizio, Gam Holding prevede che l'incertezza dei mercati continuerà. Ragion per cui sarà data priorità al controllo dei costi. La società prospetta il versamento di un dividendo analogo a quello degli esercizi precedenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS