Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Da lunedì 5 ottobre è sospesa in Svizzera l'immatricolazione di nuovi veicoli del gruppo Volkswagen equipaggiati con motori diesel, che potrebbero essere interessati da irregolarità sui gas di scarico. Lo ha deciso oggi l'Ufficio federale delle strade (USTRA).

Oggetto del provvedimento sono i modelli EURO 5 dei marchi Audi, Seat, Skoda e Volkswagen, fabbricati tra il 2009 e il 2014 dal Gruppo di Wolfsburg ed equipaggiati con motori diesel 1.2 TDI, 1.6 TDI e 2.0 TDI. Sulla revoca del divieto - fa sapere l'USTRA - si deciderà non appena emergeranno nuovi elementi.

La decisione, notificata a vari importatori, mira alla tutela ambientale e a impedire la messa in circolazione di veicoli nuovi non ancora immatricolati o usati provenienti dall'estero.

Non sono interessate dal provvedimento le auto già immatricolate in Svizzera, che possono continuare a circolare o essere commercializzate sul mercato dell'usato: i proprietari sono comunque rintracciabili, in vista di eventuali campagne di richiamo, tramite i dati a disposizione dell'USTRA e dei servizi della circolazione.

Il provvedimento - scrive ancora l'USTRA - si basa sulla legge federale sulla circolazione stradale, secondo cui la licenza di circolazione è rilasciata soltanto se il veicolo è conforme alle prescrizioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS