Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I veicoli usati per la preparazione delle piste da sci saranno esentati dall'imposta sugli oli minerali. Dopo il Consiglio nazionale, anche gli Stati hanno approvato oggi - all'unanimità - la pertinente revisione legislativa.

La modifica della Legge federale sull'imposizione degli oli minerali ha origine da una mozione del "senatore" Isidor Baumann (PPD/UR). Constatando che parte del balzello prelevato dalla Confederazione serve a coprire i costi del traffico stradale, l'urano aveva ritenuto più che giustificata un'eventuale esenzione per i mezzi utilizzati esclusivamente per la preparazione delle piste. Baumann aveva poi fatto notare che anche le macchine agricole e forestali godono di un simile privilegio.

La revisione della legge proposta dal governo prevedeva un'esenzione parziale dell'imposta per i battipista, il Parlamento ho però deciso per un'esenzione totale. I mancati introiti - stimati in circa 13 milioni di franchi - verranno compensati dal budget stradale.

I principi del testo erano già stati approvati dagli Stati in dicembre, e il dossier era stato rimandato alla Commissione dei trasporti, la cui maggioranza si era opposta all'entrata in materia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS