Navigation

Gaza: ancora raid Israele in risposta a razzi

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2011 - 09:29
(Keystone-ATS)

Tre nuovi raid aerei israeliani sono stati compiuti nella notta sulla Striscia di Gaza, l'enclave palestinese controllata dagli integralisti di Hamas, in risposta agli ultimi lanci di razzi dalla Striscia verso il sud d'Israele. Lo riferisce un portavoce militare precisando che le incursioni hanno preso di mira cinque obiettivi: tre tunnel del contrabbando al confine con l'Egitto e due altri siti imprecisati, usati per "finalità terroristiche".

Al momento non risultano vittime. Un raid condotto ieri sera su un sobborgo di Gaza City aveva invece causato almeno due feriti, stando a quanto riportato da fonti dei servizi medici locali. In quella occasione, gli aerei israeliani - secondo il portavoce militare - avevano attaccato direttamente una postazione di lancio da cui pochi minuti prima era partito l'ultimo razzo, il terzo in 24 ore, esploso in campo aperto a sud della cittadina israeliana di Kiryat Gat senza conseguenze.

Una nuova intensificazione dei botta e risposta fra i tiri di razzi da Gaza e le rappresaglie aeree israeliane è stata segnata nell'ultima settimana da episodi dopo una fase di relativa quiete. Secondo il portavoce militare israeliano, dall'inizio del 2011, i razzi e i proiettili di mortaio lanciati dalla Striscia verso Israele sono stati finora quasi 350, sia pure senza causare morti. Il portavoce ha ribadito che Israele si riserva di reagire a ogni minaccia e che considera Hamas responsabile ultimo di tutti gli attacchi, quale che sia la specifica sigla estremista coinvolta

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?