Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuove violenze fra Gaza e Israele. Dopo che la scorsa notte razzi palestinesi hanno centrato a Sderot (Neghev) due stabilimenti - provocando furiosi incendi che li hanno distrutti del tutto - nella nottata l'aviazione di Israele ha reagito colpendo nella Striscia nove obiettivi militari. Di fronte ai continui attacchi da Gaza Israele, secondo il ministro degli esteri Avigdor Lieberman, ha solo due opzioni: limitarsi a raid aerei o studiare la occupazione della Striscia.

Nell'attacco a Sderot sono rimasti feriti quattro israeliani: uno dalle schegge dei razzi, e gli altri intossicati dal fumo di uno stabilimento in fiamme.

Da Gaza si ha notizia di tre feriti, fra cui un bambino, nel corso del raid notturno durante il quale sono stati colpiti obiettivi di Hamas, della Jihad islamica e della organizzazione al-Ahrar. Un portavoce militare a Tel Aviv ha precisato che sono state attaccate rampe di lancio di razzi e stabilimenti per la produzione di armi, nonchè una base di addestramento militare.

SDA-ATS