Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GAZA - Immediata e negativa la reazione di Hamas all'annuncio da parte dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) della convocazione di elezioni amministrative in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza il 17 luglio.
"Si tratta di una decisione illegale, presa in malafede" ha dichiarato un portavoce di Hamas, Fwazi Barhum. Secondo Barhum lo stesso governo guidato da Salam Fayyad in Cisgiordania è illegale e non può prendere decisioni del genere.
La settimana scorsa si era profilata una prima distensione fra Hamas e al-Fatah con la visita a Gaza dell'ex ministro degli esteri Nabil Shaath, uno stretto consigliere del presidente Abu Mazen (Mahmud Abbas). Era stata la prima visita a Gaza di un dirigente di al-Fatah dopo la vittoria di Hamas nella Striscia nel giugno 2007. Di conseguenza nei Territori si era creata la sensazione che le due maggiori forze politiche palestinesi fossero inclini a riprendere un dialogo. Oggi invece sono tornati i toni acrimoniosi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS