Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEHERAN - La Mezzaluna Rossa iraniana ha annunciato oggi l'intenzione di inviare tre navi per portare aiuti alla popolazione di Gaza, sfidando il blocco imposto da Israele. Un'iniziativa che potrebbe fare impennare la tensione con lo Stato ebraico, storico nemico della Repubblica islamica, ma alla quale Tel Aviv ha detto di non dare troppo credito, limitandosi a definirla "una provocazione" da parte di Teheran.
Il responsabile della Mezzaluna Rossa iraniana, Abdolrauf Adibzadeh, ha detto che due navi, una con a bordo cibo e medicinali, l'altra con decine di medici e infermieri, salperanno già "entro la settimana". L'intenzione è di fare passare gli aiuti attraverso il valico di Rafah, fra l'Egitto e la Striscia di Gaza, l'unico posto di frontiera che il territorio palestinese non ha in comune con Israele.
"L'Iran - ha aggiunto Adibzadeh - sta anche preparando l'invio di una nave-ospedale che avrà a bordo medici, infermieri e tutta l'attrezzatura medica necessaria per operazioni e procedure d'urgenza". Ma il responsabile della Mezzaluna Rossa non ha precisato quando questa unità dovrebbe partire.
Ieri Ali Shirazi, il rappresentante in seno ai Guardiani della rivoluzione della Guida suprema iraniana, ayatollah Ali Khamenei, aveva detto che i Pasdaran sono pronti a scortare "con tutta la loro potenza e la loro capacità" navi che portino aiuti a Gaza, se solo lo stesso Khamenei darà quest'ordine.

SDA-ATS