Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Il Consiglio dell'Onu sui diritti umani ha approvato oggi a Ginevra una risoluzione sull'operazione militare israeliana "Piombo fuso": il testo chiede la creazione di un comitato di esperti indipendenti incaricato di valutare le procedure giudiziarie israeliane e palestinesi sulle gravi violazioni del diritti umani segnalate nel cosiddetto rapporto "Goldstone". La risoluzione è stata approvata con 29 voti a favore, 11 astensioni e sei voti contrari.
Il testo approvato chiede al governo israeliano e alle autorità palestinesi di applicare le raccomandazioni del rapporto "Goldstone", così chiamato dal nome del giudice sudafricano Richard Goldstone che ha guidato l'inchiesta indipendente, decisa l'anno scorso dallo stesso Consiglio dei diritti umani, sulle violazioni commesse da Israele e Hamas nel'ambito dell'offensiva Piombo fuso (inverno 2008-2009). Il severo e dettagliato rapporto - aspramente criticato da Israele - chiede tra l'altro alle parti di procedere ad indagini credibili su presunti crimini di guerra.
La risoluzione odierna chiede anche all'Alto commissario dell'Onu per i diritti umani di studiare e stabilire le modalità per indennizzare i palestinesi che hanno subito danni e perdite a causa di "atti illegali attribuibili a Israele" durante l'operazione Piombo fuso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS