Navigation

Gaza: razzo su Ashkelon, Netanyahu interrompe comizio

Comizio interrotto per Netanyahu. KEYSTONE/EPA/SS ase sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 dicembre 2019 - 20:57
(Keystone-ATS)

Benjamin Netanyahu è stato costretto ad interrompere stasera un comizio del Likud ad Ashkelon (a sud di Tel Aviv), quando in città sono risuonate le sirene di allarme. Il premier è stato allora scortato dalle guardie del corpo verso un'area protetta.

Lo riferiscono i media, secondo cui un razzo sparato da Gaza in direzione della città è stato intercettato dal sistema di difesa Iron Dome, un'informazione confermata da un portavoce militare.

Dopo pochi minuti Netanyahu è tornato sul palco degli oratori. "Che fare? - ha chiesto. - Loro (i gruppi armati palestinesi) non vogliono che noi vinciamo. Alla loro faccia, noi invece vinceremo". Le sue parole, ha riferito la radio militare, sono state accolte dagli applausi del pubblico, che ha scandito: "Forza Bibi".

Anche nel settembre scorso Netanyahu era stato obbligato ad interrompere un comizio, allora nella vicina città di Ashdod, in seguito ad un altro attacco di razzi palestinesi sparati da Gaza. In quella occasione l'attacco fu attribuito al capo militare della Jihad islamica, Baha Abu al-Atta. Questi è stato ucciso a novembre in un attacco aereo israeliano. Secondo gli analisti anche l'attacco odierno è stato condotto dalla Jihad islamica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.