Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mentre si rincorrono le voci di un nuovo cessate il fuoco mediato dall'Egitto, forse già nelle prossime ore, per Israele è stato la giornata record nel numero di razzi piovuti dalla Striscia di Gaza. Malgrado i raid proseguiti anche oggi, a 50 giorno dall'inizio di un'operazione che nelle intenzioni avrebbe dovuto disinnescare la minaccia.

Un'offensiva di 120 ordigni lanciati da Hamas sui villaggi vicino alla Striscia, nel Neghev occidentale, che ha spinto altre 400 famiglie, dopo le 300 dei giorni scorsi, a una fuga collettiva dalle case. Ma l'allarme è risuonato anche nel centro d'Israele, compresa l'area metropolitana di Tel Aviv.

La guerra - che si configura sempre più di attrito - continua così senza sosta, pur se si rincorrono le indiscrezioni di tregue di nuovo a portata di mano. In serata una fonte egiziana, citata dal sito israeliano Ynet, ha detto dal Cairo: "Ci stiamo avvicinando all'annuncio di un cessate il fuoco più tardi stanotte". Mentre un membro della delegazione negoziale palestinese ha confermato che, pur non essendo stato "ancora raggiunto un accordo", "il cessate il fuoco è vicino".

Ieri fonti della Jihad islamica avevano fatto sapere che le fazioni palestinesi e Israele erano in vista di una tregua in modo da riavviare la trattativa al Cairo sulla mediazione egiziana; oggi Hamas ha però ribattuto gettando acqua sul fuoco. Il responsabile di Hamas in seno alla rappresentanza palestinese incaricata dei colloqui indiretti con Israele, Mussa Abu Marzouk, ha infatti negato che vi siano progressi. "Non c'è nessuna iniziativa per un cessate il fuoco", ha insistito ad al Jazeera. Altre fonti palestinesi hanno sottolineato di "attendere ancora la risposta di Israele" al piano mediato dall'Egitto. In attesa di una svolta positiva nel conflitto, è appunto il confronto sul campo a dominare la scena.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS