Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Forze israeliane stanno proseguendo ad operare nella zona di Rafah, nel sud della Striscia, per acquisire maggiori informazioni sull'ufficiale dato per rapito. Lo dicono i media per i quali le truppe stanno controllando le case e siti sospetti nell'area, mentre continuano i bombardamenti.

Il portavoce militare ha annunciato che in 24 ore sono stati 200 i siti "terrore" colpiti: tra questi anche un "centro di sviluppo delle armi collocato nell'Università islamica".

Intanto il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi, assieme al presidente del consiglio italiano Matteo Renzi, in visita al Cairo, ha lanciato un appello "comune per la distensione, il cessate il fuoco per Gaza".

"L'iniziativa egiziana è ancora in piedi ed è in grado di risolvere la crisi a Gaza", ha precisato al-Sisi. "Stiamo facendo molti sforzi con tutte le parti", ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS