Forze israeliane stanno proseguendo ad operare nella zona di Rafah, nel sud della Striscia, per acquisire maggiori informazioni sull'ufficiale dato per rapito. Lo dicono i media per i quali le truppe stanno controllando le case e siti sospetti nell'area, mentre continuano i bombardamenti.

Il portavoce militare ha annunciato che in 24 ore sono stati 200 i siti "terrore" colpiti: tra questi anche un "centro di sviluppo delle armi collocato nell'Università islamica".

Intanto il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi, assieme al presidente del consiglio italiano Matteo Renzi, in visita al Cairo, ha lanciato un appello "comune per la distensione, il cessate il fuoco per Gaza".

"L'iniziativa egiziana è ancora in piedi ed è in grado di risolvere la crisi a Gaza", ha precisato al-Sisi. "Stiamo facendo molti sforzi con tutte le parti", ha aggiunto.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.