Tutte le notizie in breve

Sei giovani britannici, quattro ragazzi e due ragazze, tutti attorno ai 20 anni, sono stati arrestati da Scotland Yard dopo la brutale aggressione a sfondo razzista di un 17enne profugo curdo-iraniano avvenuta venerdì sera a Croydon, alla periferia di Londra.

La vittima, in attesa di risposta alla sua richiesta di asilo nel Regno Unito, è in ospedale in prognosi riservata con una frattura al cranio.

Secondo la ricostruzione della polizia, è stato circondato venerdì a una fermata del bus da una gang composta da 8 giovani, pestato a sangue e lasciato esanime sulla strada solo quando qualche passante ha provato a intervenire e già si udivano a distanza le sirene delle pattuglie in arrivo.

Il fatto ha suscitato sdegno nell'opinione pubblica, mentre alcuni giornali hanno sottolineato i dati recenti sull'aumento degli episodi di xenofobia in Gran Bretagna, e specialmente in Inghilterra, anche sull'onda della campagna referendaria per la Brexit. Un deputato laburista ha definito gli aggressori "feccia umana".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve