Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuovo colpo di scena nella lunga battaglia legale che vede impegnato Abu Hamza al-Masri, l'imam condannato in Gran Bretagna per istigazione all'odio, contro la sua estradizione negli Stati Uniti. L'Alta Corte ha infatti accolto il ricorso in extremis presentato dai legali di Hamza e ha emesso un'ingiunzione per sospendere l'estradizione.

Il provvedimento coinvolge anche un altro caso, quello di Khaled al-Fawwaz. "Un giudice dell'Alta Corte ha accettato i documenti presentati e ha predisposto un'udienza", ha detto un portavoce del Judicial Office. "Il giudice ha emesso l'ingiunzione in attesa delle udienze che saranno predisposte con urgenza".

La mossa viene dopo che la Corte europea dei diritti umani aveva bocciato ieri la richiesta di appello presentata da Hamza e altri quattro uomini aprendo così la strada alla loro estradizione negli Usa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS