Navigation

Gb: archeologi, uomini età pietra crearono primo calendario

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 luglio 2013 - 16:11
(Keystone-ATS)

Il concetto del tempo non venne "scoperto" in Mesopotamia 5 mila anni fa, come si pensava sino ad oggi, ma nel remoto Aberdeenshire, in Scozia. È quanto emerge dagli scavi archeologici condotti da una equipe britannica dell'università di Birmingham in un insediamento risalente a 10 mila anni fa dove è stata scoperta una struttura usata come calendario annuale.

La struttura, formata da buche sulle quali erano piazzate grosse pietre, sarebbe stata in grado di misurare il passaggio delle stagioni e le fasi lunari. "Il sito potrebbe fornire la prova più antica, al momento disponibile, di uno strumento per rilevare lo scorrere del tempo", si legge in una nota dell'università.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo