Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

EBay, il sito di vendite online, si è scusato e ha ritirato 30 'souvenir dell'Olocausto' che erano stati messi all'asta, dopo che la vicenda, resa nota dal giornale Daily Mail, ha provocato un coro di proteste.

Tra gli oggetti in questione c'era anche una divisa che sarebbe appartenuta ad un panettiere polacco morto ad Auschwitz e che è stata messa all'asta per 18 mila dollari.

Tra gli altri pezzi in vendita on line, nella sua inchiesta il Daily Mail menziona scarpe e spazzolini da denti che sarebbero appartenuti a prigionieri in campi di concentramento.

Oltre alle scuse il sito eBay ha contemporaneamente effettuato una donazione di 40 mila dollari devoluta in beneficenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS