Impennata dei crimini d'odio in Gran Bretagna secondo i dati aggiornati del ministero dell'Interno del Regno Unito (Home Office).

Nel solo ultimo anno censito, il totale denunciato è cresciuto del 17%, per una cifra record di oltre 94.000 episodi fra Inghilterra e Galles, in maggioranza improntati a razzismo. Mentre gli abusi legati a ostilità religiosa sono cresciuti addirittura del 40% in soli 12 mesi: nel 52% dei casi contro fedeli musulmani.

In cifra assoluta i 'crimini d'odio' - che comprendono le offese a sfondo etnico-razziale, religioso, di discriminazione sessuale o contro i disabili - risultano addirittura essere raddoppiati negli ultimi cinque anni, con un balzo del più 123% rispetto ai 42.000 del 2012-2013.

Secondo l'Home Office, su questo tasso d'incremento pesano in effetti soprattutto le misure introdotte per facilitare le denunce e la raccolta dati. Non viene tuttavia negato un impatto di forme d'islamofobia indiscriminata alimentate dagli attacchi terroristici e di nazionalismo estremo legate al clima della Brexit.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.