Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - "2010 anno del cambiamento": con questo slogan il leader del partito conservatore britannico, David Cameron, ha lanciato oggi la campagna elettorale dei Tory in vista delle elezioni che si terranno la prossima primavera.
In un intervento presso la prestigiosa scuola di teatro Oxford School of Drama, Cameron, con sullo sfondo un'immagine di Westminster e la scritta "L'anno del cambiamento", ha promesso un Regno Unito "più giusto, più sicuro, più verde", in un discorso che, ha detto lo stesso leader conservatore, segna l'inizio della campagna elettorale Tory e anticipa alcuni punti del manifesto elettorale del partito atteso per la prossima settimana.
Cameron, riferiscono i media britannici online, ha così parlato di economia, assicurando che se i conservatori torneranno a Downing street "la Gran Bretagna sarà sotto una gestione economica nuova". "Il declino non è inevitabile - ha detto -. La fiducia può tornare". Ha poi rivelato l'intenzione di creare un "gabinetto di guerra" che segua le operazioni in Afghanistan e con la partecipazione di esponenti di tutti i partiti: "quando una nazione è in guerra - ha affermato - dev'essere unita".
Il leader conservatore non ha poi mancato di attaccare il governo di Gordon Brown: "non possiamo affrontare questi tempi difficili con un primo ministro debole e un governo diviso. Non possiamo andare avanti altri cinque anni con Gordon Brown". E ha invocato ancora una volta il cambiamento: "è un nuovo anno. Un nuovo decennio si apre davanti a noi. Tempi che infondono un senso di speranza, che spero porterà a successi, che si possa imparare dal fallimento, che un nuovo corso venga intrapreso".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS