Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Dagli attacchi del 7 luglio 2005 a Londra, nel Regno Unito sono stati sventati 34 attacchi terroristici in varie fasi di realizzazione, uno o due di questi potevano causare stragi di massa". Lo ha detto Andrew Parker, capo dell'MI5, nel corso della storica udienza pubblica delle agenzie di intelligence e sorveglianza britanniche di fronte all'Intelligence and Security Committee (Isc), commissione del Parlamento di Westminster.

Da parte sua John Sawers, capo del servizio segreto britannico MI6, ha detto che "le rivelazioni di Edward Snowden hanno danneggiato le nostre operazioni e le hanno messe a rischio". "È chiaro che i nostri avversari si stanno fregando le mani con soddisfazione, al-Qaida esulta".

Mentre Iain Lobban, direttore della agenzia di sorveglianza britannica Gchq, ha indicato che "non passiamo il nostro tempo ad ascoltare le telefonate o a leggere le e-mail della gente innocente". "L'agenzia lavora con una certa segretezza - ha aggiunto - ma non viola la legge".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS