Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il nuovo hotel di lusso sul 'tetto' di Londra, lo Shangri-La, inaugurato da pochi giorni nello Shard progettato da Renzo Piano, si è scoperto avere un problema tecnico. Per via della forma unica del grattacielo - che ricorda una scheggia - e di alcuni suoi pannelli in vetro, da certe camere si può vedere, a causa di un riflesso, quello che fanno i vicini in un'altra suite. Particolare molto spiacevole se per un po' di privacy si pagano 450 sterline (o più) a notte.

La direzione dell'albergo ha così dovuto avvertire i suoi clienti, ricordando loro di usare le tende per evitare di essere visibili dalle enormi vetrate nelle camere da letto. Meglio per gli ospiti dell'hotel concentrarsi sulla vista mozzafiato che hanno di fronte, dai piani 32esimo e 54esimo del grattacielo alto oltre 300 metri: la London Bridge da una parte e la cupola della cattedrale di St. Paul dall'altra.

SDA-ATS