Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - Si è conclusa la caccia all'uomo nei boschi del Northumberland, nel nord-est dell'Inghilterra, che da quasi una settimana in Gran Bretagna veniva seguita in diretta dalle tv: nella notte il culturista Raoul Moat, che ha ucciso l'amante della sua ex fidanzata, ferito gravemente quest'ultima e meno gravemente un poliziotto, secondo la polizia, si è sparato un colpo ed è morto in ospedale durante la notte. La notizia è in rilievo sui media online britannici, fra cui la Bbc.
Moat, 37 anni, era nascosto in riva a un fiume nei pressi di Rothbury e stava trattando con la polizia, che lo braccava dallo scorso fine settimana. Poi numerosi testimoni affermano di aver udito un solo colpo di arma da fuoco, verso l'una di notte (la mezzanotte in Svizzera).
La polizia ha assicurato da parte sua che "nessun colpo di arma da fuoco è stato sparato dagli agenti" e che nessuno poliziotto è rimasto ferito. Moat è stato trasportato in ambulanza al General Hospital di Newcastle ed è morto lì poco dopo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS