Navigation

Gb: Davey è nuovo leader dei Liberaldemocratici anti Brexit

L'esperto Ed Davey è il nuovo leader della terza forza politica britannica. KEYSTONE/AP/Stefan Rousseau sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 agosto 2020 - 13:08
(Keystone-ATS)

È il veterano Ed Davey, 54 anni, deputato dal 1997 e già leader ad interim negli ultimi mesi, il nuovo numero uno del Partito Liberaldemocratico britannico, tradizionale terza forza del Regno Unito, centrista ed europeista.

La sua elezione è stata formalizzata oggi dopo la cocente delusione subita alle urne nel voto di dicembre. Davey ha battuto nella sfida finale decisa dalla base degli iscritti la più giovane e innovativa rivale Layla Moran (38 anni a giorni, padre diplomatico inglese già in forza all'Ue e madre palestinese), che mirava a diventare la prima leader nazionale del Paese dichiaratamente "pansessuale", oltre che il primo capo dei LibDem con sangue nelle vene di una minoranza etnica.

Davey, ministro dell'Energia fra il 2012 e il 2015 nel governo di coalizione in cui i Liberaldemocratici guidati allora da Nick Clegg s'allearono con i conservatori di David Cameron, subentra alla 40enne scozzese Jo Swinson, dimessasi dopo la sconfitta patita alle elezioni politiche di dicembre a dispetto dell'attenzione e delle aspettative dei media e al culmine d'una campagna concentrata esclusivamente sul no alla Brexit. Una linea che il partito - affondato ulteriormente negli ultimi sondaggi ai minimi storici - è chiamato ora a rivedere, se non altro poiché l'uscita dall'Ue non è più in discussione.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.