Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - La neve e le temperature polari continuano a provocare disagi in Gran Bretagna. A soffrire sono soprattutto i trasporti, ma non solo.
Ieri notte la neve ha colpito Galles e Scozia, dove le temperature hanno toccato i -15 gradi; da domani si prevedono forti nevicate anche nel sud del paese. A Liverpool, Manchester e Leeds gli aeroporti hanno dovuto chiudere durante la notte per liberare le piste dalla neve. Lo scalo di Manchester non è ancora tornato del tutto operativo mentre Liverpool, dopo dieci voli cancellati, ha ripreso a funzionare.
A Londra gli aeroporti sono tutti funzionanti ma i ritardi e le cancellazioni hanno colpito anche la capitale. Ritardi soprattutto per i voli interni, ma anche per quelli da e verso le altre città europee. Molti i voli cancellati dalla linea aerea Easyjet, programmati in partenza dagli scali londinesi di Luton e Gatwick.
Numerosi problemi anche sulle linee ferroviarie e sulle autostrade che in alcuni tratti del paese sono state chiuse in entrambe le direzioni a causa del ghiaccio. Centinaia di scuole sono chiuse e si teme anche per le risorse di gas disponibili. La richiesta di gas è infatti salita del 30% rispetto ai normali bisogni durante i periodi più freddi dell'anno, tanto da dover ricorrere a risorse straordinarie provenienti dalla Norvegia (gas naturale) e dal Belgio (carbone).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS