Navigation

GB: fuga di gas nel Mare del Nord, evacuate 3 piattaforme

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 marzo 2012 - 10:33
(Keystone-ATS)

Rischio esplosione nel Mare del Nord a causa di una fuga di gas sottomarina da un pozzo della Total. Il colosso petrolifero francese ha già evacuato 238 lavoratori dalla piattaforma "Elgin", dove da domenica scorsa è in atto la fuga di gas, e anche l'olandese Shell ha fatto rientrare per sicurezza il personale presente su due piattaforme vicine a quella della Total.

L'esplosione potrebbe verificarsi se il gas entrasse in contatto con la fiamma pilota del condotto di scarico della "Elgin", lasciata accesa dai dipendenti evacuati.

L'impianto è a circa 150 miglia dalle coste di Aberdeen, in Scozia. La fuga di gas è stata scoperta domenica scorsa e la guardia costiera scozzese ha disposto una zona di interdizione marina e una no-fly zone attorno al pozzo.

Gli esperti della Total avvertono che ci potrebbero volere sei mesi per fermare la fuga di gas dal giacimento soprannominato dagli ambientalisti "Il pozzo dell'inferno", a causa dell'elevata pressione.

Gli esperti stanno anche valutando i possibili rischi ambientali, in considerazione del fatto che intorno al pozzo si sono già create una nube gassosa e una macchia oleosa sulla superficie del mare. In questa situazione, il rischio esplosione è reale, come riconosciuto dal responsabile salute, sicurezza e ambiente della Total, David Hainsworth.

"Il gas è tossico e infiammabile - ha detto Hainsworth -, anche se l'alimentazione è stata bloccata sulla piattaforma per minimizzare la possibilità di scintille, è chiaro che il rischio esiste".

Si tratta del più grave incidente nel Mare del Nord negli ultimi dieci anni, mentre la tragedia più grave risale a 24 anni fa, quando proprio a causa del gas condensato fuoriuscito da un pozzo morirono 167 persone nell'esplosione sulla piattaforma Piper Alpha.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?