A sorpresa il colosso bancario britannico HSBC ha comunicato a oltre quaranta ambasciate, consolati e perfino alla Nunziatura apostolica a Londra di cercarsi un'altra banca. Entro infatti 60 giorni verranno chiusi i loro conti correnti. Si tratta di clienti, a partire dalla sede diplomatica del Vaticano, che da molti anni hanno scelto la HSBC come propria banca nel Regno Unito.

Secondo il Daily Mail, l'istituto ha dato poche spiegazioni in proposito, parlando di una generica revisione dei suoi standard. Ma secondo fonti vicine alla banca, le ambasciate e i consolati vengono considerati come a rischio per il riciclaggio di denaro sporco. L'anno scorso HSBC ha dovuto accettare un patteggiamento record di 1,92 miliardi di dollari con le autorità Usa proprio per riciclaggio.

Le sedi diplomatiche stanno però incontrando non pochi ostacoli a trovare altre banche disposte ad aprire loro un conto. Il Foreign Office ha offerto la sua assistenza per cercare di risolvere il problema.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.