Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Imbarazzo per il premier britannico David Cameron dopo che la società per cui lavora la moglie Samantha come consulente creativo è stata accusata di non pagare un equo livello di tasse. La stampa del Regno e l'opposizione laburista hanno puntato il dito contro la britannica Smythson, che produce articoli di lusso come borse e agende, e che sarebbe controllata attraverso una holding con sede in Lussemburgo.

Non è stata riscontrata alcuna attività illegale ma la notizia potrebbe danneggiare Cameron, impegnato da tempo contro evasione ed elusione fiscale.

Oggi alla Camera dei Comuni un deputato laburista gli ha chiesto durante il Question Time: "Conosce qualcuno che dirige o lavora per una società registrata nel Regno Unito che utilizza una holding basata in Lussemburgo per evitare di pagare il giusto ammontare di tasse nel Regno Unito?".

Il premier ha di sicuro capito il riferimento alla moglie, ma ha risposto in modo vago, sottolineando che il governo si sta impegnando per avere più compagnie con sede nel Regno Unito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS