Navigation

Gb: Johnson, caso su 'vacanza di Capodanno pagata da tycoon'

Boris Johnson insieme alla compagna Carrie. KEYSTONE/AP/MATT DUNHAM sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 febbraio 2020 - 10:36
(Keystone-ATS)

Polemica su Boris Johnson nelle ore in cui si attende un rimpasto di governo. A innescarla le rivelazioni su una vacanza ai Caraibi da 15'000 sterline che risulta essere stata pagata al premier e alla fidanzata Carrie Symonds da un controverso businessman, David Ross.

Ross è il patron della catena di negozi di telefonini Carphone Warehouse. Il soggiorno "privato", avvenuto fra il 26 dicembre e il 5 gennaio scorsi, è stato indicato da Johnson come un "dono" nel Register of Interests, registro tenuto da un organismo di governo per assicurare trasparenza sugli interessi finanziari dei suoi membri e allontanare il rischio d'eventuali conflitti o violazioni dell'etica pubblica.

Un portavoce di Ross, finanziatore dichiarato dei Tory, ha sostenuto che il tycoon si sarebbe limitato ad "aiutare" il primo ministro a trovare posto. Per Downing Street tutto si è svolto nel rispetto delle regole. Ma l'opposizione laburista pretende "chiarezza" dal premier, evocando altrimenti un'inchiesta parlamentare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.