Navigation

Gb: linee aeree chiedono revoca tassa passeggeri

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 novembre 2011 - 13:03
(Keystone-ATS)

Gli amministratori delegati di British Airways (Iag), Virgin Atlantic, Easyjet e Ryanair hanno scritto al governo britannico chiedendo l'abolizione della tassa sui passeggeri (Air Passenger Duty o Apd) facendone notare l'impatto negativo sull'economia in generale e sul turismo in particolare.

I passeggeri di classe economica devono pagare tra 24 e 170 sterline a tratta a seconda della lunghezza del volo, sostanzialmente di più rispetto a quando la tassa fu introdotta nel 1994. La tassa è più alta per chi viaggia in business.

Gli executive hanno scritto una lettera aperta al cancelliere dello Scacchiere George Osborne chiedendo di approfondire gli effetti economici della tassa e puntando i riflettori sull'Olanda dove una simile imposta fu introdotta nel 2008/2009 e poi abolita dopo un anno quando si è visto che gli effetti negativi sull'economia erano di quattro volte maggiori rispetto ai ricavi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?