Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La 'febbre' immobiliare di Londra, con annessi rischi di una bolla speculativa, acquista una 'geografia' diversa: si impennano i prezzi delle case nella periferia, in particolare nella parte nord della metropoli.

Nei quartieri centrali invece non aumentano più di tanto o addirittura diminuiscono, segno di una certa 'saturazione'. È quanto emerge da una analisi condotta dall'agenzia Bloomberg sui dati del catasto britannico.

Nelle zone periferiche della città l'incremento dei prezzi su base annua è stato in alcuni casi oltre il 30% e comunque superiore alla crescita media, pari al 12,7%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS