Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'episodio segue l'attacco di Finsbury Park.

KEYSTONE/AP/FRANK AUGSTEIN

(sda-ats)

La polizia londinese ha arrestato la notte scorsa un uomo davanti alla moschea di Regents Park, nel cuore della capitale britannica: l'uomo è stato immobilizzato dagli agenti con una scarica elettrica sparata da un taser.

Secondo il tabloid Mirror, che cita un testimone oculare, l'uomo - sulla trentina - "gridava frasi offensive e minacce". Secondo altre fonti, aveva in mano una pistola, ma in seguito la polizia ha reso noto che si trattava di un calzascarpe preso dalla moschea ed ha escluso un possibile collegamento con un atto terroristico. In un primo momento, tuttavia, si pensava che l'uomo volesse colpire i fedeli musulmani che frequentano la moschea.

L'episodio segue l'attacco di lunedì a Finsbury Park che ha provocato un morto e 10 feriti.

SDA-ATS