Tutte le notizie in breve

Un'immagine mostra il momento dell'arresto di ieri a Westminster, vicino ai palazzi del potere politico di Londra.

KEYSTONE/EPA/WILL OLIVER

(sda-ats)

Un "lupo solitario" con sospette simpatie jihadiste, sorvegliato da tempo dalla forze di sicurezza britanniche e che si temeva stesse per compiere un attacco imminente: è questo, secondo la stampa, il profilo del 27enne bloccato ieri vicino a Westminster.

L'uomo, fermato vicino ai palazzi del potere politico di Londra, è stato trovato in possesso di alcuni coltelli e arrestato con accuse di terrorismo.

Il 27enne, riferisce in particolare il Daily Telegraph, era stato segnalato a suo tempo alle autorità da alcuni dei suoi stessi familiari, che ne sospettavano evidentemente una progressiva radicalizzazione. E da allora era tenuto d'occhio dall'antiterrorismo. Finché ieri - sulla base di "una soffiata" - non si è deciso per il blitz. Stamattina, riporta intanto la Bbc, la polizia ha avviato un primo interrogatorio.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve