Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono circa 6 milioni i lavoratori che in Gran Bretagna sono pagati meno del salario minimo fissato dallo stesso governo come soglia di sussistenza: pari adesso a 9,15 sterline a Londra e ad appena 7,85 sterline nel resto del Paese.

Lo denuncia uno studio della Living Wage Foundation.

Il salario minimo nel Regno Unito è indicativo e le aziende private non sono obbligate a rispettarlo per legge. Il governo conservatore di David Cameron si è comunque impegnato a elevarlo gradualmente nei prossimi anni (portandolo a 9 sterline in tutto il regno entro il 2020).

Secondo il cancelliere dello Scacchiere, George Osborne, questa mossa è destinata a produrre un miglioramento reale diretto delle condizioni di almeno 2,7 milioni di persone. Ma il nuovo ministro ombra alle Attività Produttive dell'opposizione laburista, Angela Eagle, ribatte che per il momento la situazione dei lavoratori sottopagati, e di centinaia di migliaia di famiglie britanniche escluse dalla crescita dell'economia, continua ad andare "verso il peggio, non il meglio".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS