Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Gran Bretagna le docce quotidiane "costano caro" all'ambiente e al portafogli: una nuova analisi commissionata dall'Energy Saving Trust ha dimostrato che le docce coprono il 25% del consumo idrico totale delle famiglie, superando perfino i servizi igienici che si fermano al 22%.

Come riporta il "Guardian", i risultati sono emersi dal più grande studio sull'utilizzo di acqua della Gran Bretagna che ha analizzato i dati forniti da oltre 86'000 famiglie: le docce rappresentano di gran lunga il peso maggiore nel consumo di acqua dentro le mura domestiche.

In particolare, è stato dimostrato che una doccia media dura circa sette minuti e mezzo, ma secondo i ricercatori un taglio di appena un minuto riuscirebbe a salvare in totale alle famiglie britanniche circa 215 milioni di sterline all'anno sulla bolletta energetica.

"È fin troppo facile aprire il rubinetto dell'acqua senza pensare, ma c'è un costo ambientale ed energetico che molte persone non considerano", ha commentato Andrew Tucker dell'organizzazione no profit che ha condotto l'indagine.

Lo studio ha rivelato inoltre che il 22% di acqua per uso domestico viene utilizzato nelle lavatrici, nelle lavastoviglie e nei bollitori. Quest'ultimo, in particolare, viene utilizzato dal 95% delle persone una volta al giorno, tasso che arriva addirittura a più di cinque per un 40%. In entrambi i casi, tuttavia, i tre quarti delle famiglie usano più acqua di quanta ne serva, pari ad un costo annuale totale di 68 milioni di sterline.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS