Navigation

Gb: un topo a Downing Street, ma nessun gatto in vista

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 gennaio 2011 - 21:17
(Keystone-ATS)

Nonostante la presenza di un topo al numero 10 di Downing Street, documentata in ben due episodi, l'ufficio del primo ministro britannico non prevede di avvalersi dei servigi di un gatto. Il ratto, di dimensioni cospicue, è stato filmato almeno due volte dalle telecamere sulla soglia della residenza del premier. Assalito dalle domande della stampa il portavoce del premier David Cameron ha ufficialmente risposto che non esiste "alcun progetto" che miri ad assumere un gatto come pure era avvenuto in passato.

Negli anni '80 durante l'era Thatcher, un piccolo randagio cui era stato dato il nome di Humphrey aveva scelto di fermarsi a Downing street e gli era stato assegnato uno stipendio annuale di 120 euro per il mantenimento. "Il cacciatore di topi", come era stato soprannominato, rimase anche durante il governo di John Major (1990-97), ma successivamente, anche a causa di un cattivo rapporto con la moglie di Tony Blair Cherie, decise di traslocare. Inoltre dal 2007 al 2009 si insediò al numero 11, la casa assegnata al cancelliere dello scacchiere, Sybil una gattina scozzese portata da Alistair Darling.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.