Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

William e Kate dichiarano 'guerra' ai paparazzi. Kensington Palace ha oggi pubblicato una dura lettera rivolta ai media nazionali e internazionali contro i fotografi che fanno scatti non autorizzati al principino George arrivando a forme di molestie.

Si afferma che "è stato superato il limite" e che i modi usati dai paparazzi rappresentano un "rischio reale alla sicurezza".

Nella lettera si accusano i paparazzi di usare tattiche tipiche della sorveglianza per ottenere immagini dei giovani reali. In una serie di incidenti i fotografi avrebbero fatto di tutto, dagli 'appostamenti' nascosti per immortalare il principe George, all'utilizzo di altri bambini per avvicinarlo, agli inseguimenti delle auto con a bordo i duchi di Cambridge e i loro due figli.

Già l'anno scorso Will e Kate avevano formalmente diffidato un paparazzo, 'invitandolo' a smetterla di "seguire e molestare" il principino. In quel caso il fotografo venne avvistato non lontano dal piccolo mentre si trovava in un parco londinese con la sua tata - Maria Teresa Turrion Borrallo - e gli uomini della scorta. Secondo la casa reale, l'atteggiamento del fotografo equivaleva a delle vere e proprie azioni di "stalking".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS