Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seggi aperti in Gran Bretagna per le elezioni più incerte da anni. Alle urne sono chiamati 45 milioni di cittadini per rinnovare i 650 seggi della Camera dei Comuni in altrettanti collegi uninominali (59 in Scozia).

Si vota fino alle 22 locali. La maggioranza assoluta per governare è 326 seggi, ma i sondaggi non l'accreditano ad alcun singolo partito. Previsto un testa a testa fra i conservatori di David Cameron e i laburisti di Ed Miliband, con varie altre forze in lizza per guadagnare seggi: in primis, gli scozzesi dello Snp.

Molto mattinieri, i leader dei principali partiti britannici hanno già votato nelle prime ore dopo l'apertura dei seggi.

Nigel Farage, a capo dell'Ukip, è stato addirittura tra i primi votanti nel collegio di Thanet South in Kent. Mentre il premier britannico David Cameron, accompagnato dalla moglie Samantha, ha votato nell'Oxfordshire, e il suo avversario, il laburista Ed Miliband, a Doncaster.

Tutti questi leader corrono per un seggio a Westminster a differenza della leader scozzese Nicola Sturgeon, fotografata mentre votava col marito a Glasgow East.

Intanto la campagna elettorale prosegue perfino nel giorno del voto. I leader aggiornano i loro profili Twitter con la loro foto al seggio, come ha fatto Cameron, e gli ultimi appelli rivolti agli elettori indecisi. Miliband ad esempio chiede di votare Labour per "costruire un futuro per i giovani". E continua anche la distribuzione di volantini fuori da alcune stazioni a Londra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS