Navigation

GE: aggressione a Roma, studenti rimarranno sul posto

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 novembre 2010 - 15:52
(Keystone-ATS)

GINEVRA - I compagni dei tre adolescenti ginevrini che la notte da domenica a lunedì hanno svaligiato un cameriere a Roma termineranno il soggiorno di studi, previsto fino a sabato. Il Dipartimento ginevrino dell'istruzione pubblica (DIP) non ritiene opportuno di richiamarli in patria.
Dopo aver valutato lo stato psicologico della trentina di allievi che si trovano tuttora nella capitale italiana, il DIP ha deciso di mantenere il viaggio di studi, ha indicato oggi all'ATS il direttore dell'insegnamento post-obbligatorio, Sylvain Rudaz.
Gli aggressori di 17, 19 e 20 anni, dal canto loro, sono tuttora detenuti in un commissariato di polizia romano. I tre ragazzi, allievi di una scuola di commercio di Ginevra, hanno aggredito un cameriere che rincasava dopo il lavoro e gli hanno rubato il portafogli e un accendino.
Nel corso della colluttazione il cameriere è caduto a terra ed ha picchiato la testa contro il marciapiede. Allertata da abitanti del quartiere, la polizia è intervenuta rapidamente ed è riuscita ad arrestare i giovani mentre tentavano di fuggire.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo