Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Un dirigente della filiale egiziana della Società generale di sorveglianza (SGS) è stato arrestato la scorsa settimana mentre si trovava a Ginevra. Sospettato di aver stornato da 5 a 6 milioni di franchi ai danni della multinazionale ginevrina, l'indiziato ha ammesso i fatti.
Confermando la notizia data oggi da "La Tribune de Genève", il portavoce della SGS Jean-Luc de Buman precisa che l'egiziano non ha rispettato l'impegno preso in precedenza di rimborsare le somme sottratte all'azienda. Quest'ultima lo ha dunque denunciato presso la magistratura ginevrina. Un giudice istruttore lo ha interrogato oggi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS