Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La consigliera di Stato ecologista Michèle Künzler non si presenterà al secondo turno per il rinnovo del Consiglio di Stato ginevrino il 10 novembre. Ampiamente distanziata oggi dagli altri candidati, la responsabile del Dicastero degli interni, della mobilità e dell'ambiente ha annunciato la sua decisione sulle onde della RTS.

Nel corso della precedente legislatura, la "ministra" verde - cui è stato attribuito per ora il 18mo posto - era stata abbondantemente criticata per la sua gestione del dossier della mobilità, in particolare la soppressione di diverse linee di tram nel dicembre 2011.

L'UDC, dal canto suo, ha fatto sapere in un comunicato che al secondo turno presenterà soltanto Céline Amaudruz. La consigliera nazionale occupa attualmente il 14mo posto, mentre lo spoglio delle schede non è terminato. Per il voto odierno, l'UDC aveva presentato anche il consigliere nazionale Yves Nidegger e il deputato Eric Leyvraz, classificatisi momentaneamente al 15mo e 16 posto, su un totale di 29 candidati.

Mentre sono state scrutinate poco più dell'88% delle schede, i primi sette posti - corrispondenti al numero di seggi in palio - sono occupati dai due uscenti PLR Pierre Maudet e François Longchamp, seguiti dai PPD Serge dal Busco e Luc Barthassat. Arrivano quindi la "ministra" PLR uscente Isabel Rochat, nonché i due MCG Mauro Poggia e Eric Stauffer.

I primi rappresentanti della sinistra - i socialisti Anne Emery-Torracinta e Thierry Apotheloz - sono per ora in ottava e nona posizione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS