Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un ex impiegato saltuario della Rolex è condannato questa sera a Ginevra a 30 mesi di carcere, di cui 21 sospesi con la condizionale, per aver sottratto alla prestigiosa azienda 16 chili d'oro.

I fatti risalgono al maggio del 2010. Il 24enne era stato arrestato all'aeroporto di Zurigo mentre si apprestava a partire per Roma con in tasca poco più di 34'000 euro.

L'imputato, di nazionalità francese, ha spiegato di aver sottratto l'oro nell'ambito del proprio lavoro, che consisteva nel verificare la qualità del metallo in fonderia. Invece di restituire i campioni esaminati, se li metteva in tasca e quindi li nascondeva nel vano motore della sua vettura.

L'oro trafugato, del valore di 500'000 franchi, non è mai stato ritrovato. Il giovane ha detto di averlo consegnato ad un ricettatore, del quale non ha voluto rivelare l'identità per paura di rappresaglie. L'uomo gli aveva promesso un importo di 100'000 euro, ma gliene avrebbe consegnati soltanto 40'000.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS