Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Cancelleria ginevrina ha deciso di procedere a un nuovo conteggio dei voti relativi alla nuova legge sulla polizia, approvata in votazione ieri con una maggioranza di soli 42 suffragi. La decisione - indica una nota odierna - è stata presa d'intesa con il presidente della commissione elettorale centrale.

Stando alla procedura annunciata ieri, il risultato - il più stretto mai registrato a Ginevra - avrebbe dovuto essere convalidato dalla commissione elettorale questa sera e dal Consiglio di Stato mercoledì. Oggi è invece stato deciso di scrutinare nuovamente i suffragi.

Saranno ricontate tutte le schede: quelle inviate per corrispondenza e via internet, nonché i voti depositati nelle urne, precisa la Cancelleria. Il nuovo conteggio sarà effettuato il più rapidamente possibile e si svolgerà sotto la sorveglianza della commissione elettorale centrale.

Votata in settembre dal Gran consiglio, la nuova legge era stata contestata da due referendum: uno lanciato dal Mouvement Citoyens Genevois (MCG), dall'UDC e dai sindacati della polizia, l'altro da "Ensemble à Gauche" (estrema sinistra).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS