Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Sono almeno otto i misteriosi pacchi contenenti un liquido corrosivo inviati nel corso della settimana a Ginevra ad altrettanti banchieri privati o alle loro mogli. Lo ha indicato oggi all'ATS il giudice istruttore Michel-Alexandre Graber. Le analisi effettuate nel frattempo hanno dimostrato che si tratta di acido solforico.
Il prodotto ha ustionato tre persone. Fra queste una bambina di otto anni, colpita alle mani e alle ginocchia, ha precisato il giudice. In alcuni casi, i pacchi sono stati indirizzati direttamente alle mogli dei finanzieri.
Le indagini proseguono per identificare l'autore degli invii, che non ha per ora avanzato alcuna rivendicazione. Gli indirizzi sono stati scritti a mano, utilizzando matrici impiegate per il disegno tecnico.
Nei pacchi, i destinatari hanno trovato un piccolo contenitore con il liquido, che schizza "inevitabilmente" al momento dell'apertura, ha sottolineato il giudice. La polizia ha messo in guardia gli ambienti bancari e della finanza.malintenzionato.
Il giudice non esclude che altri pacchi si trovino ancora nelle bucalettere di persone tuttora in vacanza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS