Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Votata appena dieci giorni fa dal Gran consiglio, l'estensione degli orari d'apertura dei negozi è già contestata a Ginevra: i sindacati e i partiti della sinistra hanno iniziato oggi a raccogliere le 7'000 firme necessarie alla riuscita del referendum.
Secondo i promotori di quest'ultimo, i nuovi orari peseranno sulle condizioni di vita e di lavoro dei circa 20'000 dipendenti del ramo. Le necessità dei consumatori - sottolineano - sono già soddisfatte dall'apertura prolungata fino alle 21:00 il giovedì.
La maggioranza del Gran consiglio ha approvato l'estensione degli orari fino alle 20:00 in settimana e alle 19:00 il sabato. I negozi potranno inoltre aprire i battenti quattro domeniche all'anno.

SDA-ATS